Assicurazione contro il Furto d’Identita’

Con il maggiore utilizzo di internet, ed in particolare dei Social Network e del Web 2.0 in generale, si ha anche una crescita del fenomeno del furto d’identità. Il furto d’identità consiste nell’ottenere in maniera fraudolenta le informazioni personali di una persona con lo scopo di sostituirsi in tutto o in parte al soggetto stesso e compiere azioni illecite in suo nome o ottenere credito tramite false credenziali.

Furto d'Identita'

Il Furto d’Identità

L’apertura alla rete, l’uso massiccio della posta elettronica, la diffusione delle transazioni telematiche e l’utilizzo crescente di social network e chat al fine di condividere informazioni, contenuti ed esperienze, ha infatti favorito e incrementato la circolazione di dati personali, rendendo i navigatori sempre più vulnerabili rispetto alla possibilità di essere vittima di questo pericolo, con conseguenti gravi danni economici e sociali.

«Il fenomeno del furto d’identità, oggi massicciamente presente nei paesi anglosassoni, secondo le nostre esperienze internazionali è purtroppo destinato ad allargarsi ad altri Paesi, tra cui l’Italia». ha dichiarato Walter Bruschi, direttore generale di Cpp Italia. [Fonte: Il Sole24Ore Online]

Al fine di proteggersi anche da questi rischi, esiste ora sul mercato una polizza che offre tutela in caso di furto di identità: la società CPP, leader al mondo nelle soluzioni assicurative per dispositivi elettronici e, tra l’altro, anche per le carte di credito, ha ideato “Cpp Identity Protection“, un prodotto assicurativo che protegge dalle truffe, raggiri e ruberie che possano comportare non solo la perdita di denaro, ma anche un calo della reputazione.

Anche se questo fenomeno è in crescita anche in Italia, risulta però ancora sottovalutato dagli utenti: solo il 20% del campione si dichiara infatti “molto preoccupato” riguardo a questo problema, che il più delle volte è percepito come un rischio accidentale e che per questo viene spesso non considerato a dovere.

Prevenire è quindi meglio che curare: coprirsi e proteggersi con una polizza assicurativa può essere effettivamente utile, ma la formazione è sempre l’arma vincente. Fare dunque attenzione ai messaggi di posta elettronica, alle richieste di amicizia sui social network, ma anche controllare sempre il proprio estratto conto, coprire la tastiera quando si digita il PIN al bancomat, distruggere i documenti personali (ad es. estratti conto, bollette) prima di buttarli nella pattumiera: molto spesso, infatti, i truffatori non frugano nei nostri PC ma nel cassonetto per poter fare Trashing.

Linkografia

Furto d’Identità
Furto d’Identità arriva l’assicurazione

Crediti Fotografici

Mask di Ben Fredericson (xjrlokix)



Sicuramente ti interessa leggere anche: